Come i Tarocchi posso aiutarti a trovare l’Anima Gemella

anima gemella

Condividi!

Coppie complementari e non complementari nei Tarocchi

In questo articolo parliamo di come i tarocchi possono aiutarci a trovare e riconoscere l’anima gemella, scoprendo le differenze tra i vari tipi….

Esiste l’Anima gemella?

La risposta è sì. Anche se quest’ultima andrebbe un po’ più articolata…

Dal punto di vista esoterico esistono le anime gemelle, dette anche fiamme gemelle.

Da un punto di vista tecnico e animico le anime gemelle fanno parte di un unico Sé superiore, un essere divino, il Padre di cui parlava Gesù, la cui coscienza, per vivere l’esperienza della realtà umana, deve incarnarsi in più essere umani, in quanto un solo corpo non basterebbe a sopportare l’altissima frequenza di luce e amore divini di cui è composto un Sé superiore.

Quindi, quando un Sé superiore, decide di vivere l’esperienza della dualità sulla Terra, si incarna in 12 esseri umani in tempi e spazi diversi (a partire dai 20 fino ai 50 anni di distacco temporale, e in luoghi anche lontani, per non creare confusione con relazioni vicine e ambiti famigliari).

In passato, era molto difficile incontrare una vera anima gemella, ma oggi con internet e la possibilità di coprire grandi distanze in breve tempo, le possibilità sono fortemente maggiori.

Ma anche questo non è detto che sia un bene. Incontrare un’anima gemella e addirittura magari intraprendere con lei una relazione, è qualcosa di tutt’altro che semplice e fattibile per un comune essere umano.

L’anima gemella, abbiamo detto, fa parte del nostro Sé superiore, quindi quando ne incontriamo una, si accendono in noi sensazioni sublimi, come un forte senso di amore e appartenenza, pace, tranquillità, armonia ed equilibrio.

Accade una piccola illuminazione, un aumento di coscienza, e se entrambi le persone sono esseri umani equilibrati, con una forte capacità di dominio delle emozioni, di controllo di sé e del proprio corpo, è possibile instaurare una relazione fortemente spirituale ed evolutiva, un po’ come ritrovare il paradiso in terra.

Ma attenzione, entrambi devono avere lo stesso grado evolutivo di coscienza, altrimenti il dolore, la gelosia, la sofferenza e l’incomprensione diventerebbero insostenibili per il soggetto più debole, che potrebbe andare incontro a seri disturbi.

Per darvi un’idea di come ci si potrebbe sentire, provate ad immaginare l’amore più grande che avete provato verso un persona in questa vita, con la relativa gelosia e senso di possesso; bene, moltiplicato per mille volte e avrete una reale sensazione di quello che si può provare in un rapporto difficile con un’anima gemella. Questo equivale a dire che per molti esseri umani è semplicemente insopportabile.

Karma e destino

Molto più semplice, alla portata dell’essere umano, e alla fine più conveniente dal punto di vista evolutivo, è incontrare un’anima complementare; cioè un’anima non necessariamente appartenente al nostro stesso Sé superiore, ma in grado con le sue qualità di complementare le nostre, in modo da rendere il rapporto proficuo dal punto di vista esperienziale ed evolutivo.

 

Questi tipi di rapporto sono regolati spesso dal Karma e dal destino per scopi puramente evolutivi; ad esempio se abbiamo in qualche modo nociuto a qualcuno per mancanza di amore o egoismo, inconsapevolmente o consapevolmente – o viceversa – abbiamo compiuto un atto d’amore, di generosità e fratellanza inconsapevolmente o consapevolmente, si metteranno in modo dei meccanismi di compensazione, atti a ristabilire il nostro equilibrio in modo da permetterci di proseguire il cammino verso la nostra evoluzione senza debiti o crediti karmici a cui rispondere.

 

Per quanto riguarda i rapporti di coppia, il rapporto complementare presenta notevoli vantaggi per entrambe le parti:

  •        si ha la possibilità di crescere interiormente attraverso il sentimento d’amore, il quale, spontaneamente fa emergere emozioni complementari positive           come: la fiducia, il rispetto reciproco, la solidarietà, la dedizione, la fedeltà, gli obiettivi comuni, la prosperità.
  •        l’unione sacra attraverso la sessualità, che consente alle due anime, oltre a cementare l’unione di coppia, di comunicare tra loro attraverso il notevole         scambio energetico ed elettrico dell’atto sessuale.
  •        la possibilità di procreare, quindi contribuire all’evoluzione del pianeta, diventando strumenti del Sé superiore che tramite il livello qualitativo dell’amore         di una coppia può permettere la manifestazione di esseri in grado di contribuire notevolmente all’evoluzione della Terra.

Nei Tarocchi il concetto di karma e destino è splendidamente raffigurato dall’Arcano Maggiore n.10, la Ruota di Fortuna:

Ruota della fortuna - Tarocchi

In essa sono inseriti simboli come appunto la “Ruota”; che evoca la ciclicità degli eventi karmici e il meccanismo di gestione degli eventi del Destino.

 

Per quanto riguarda le coppie complementari, la Ruota di Fortuna può parlarci di un tipo di coppia problematica, i cui due componenti potrebbero essere la scimmia che scende, e il cane/lepre che sale.

La scimmia può rappresentare una persona difficile, instabile, dal carattere umorale in preda alle proprie emozioni e tendente all’infedeltà, all’allontanarsi da una qualsiasi responsabilità o progetto.

Il cane/lepre invece una persona fedele al partner e ai propri principi, che vuole “far funzionare le cose” cercando di dirigere la coppia verso un centro, una stabilità.

La sfinge al centro invita all’equilibrio entrambe le parti: la scimmia a centrarsi maggiormente e a risalire verso un progetto comune; il cane/lepre a non abbandonarsi ad un concetto di perfezione sempre e comunque nel rapporto, cercando di capire anche le motivazioni dell’altro.

Come trovare l’anima gemella

Abbiamo detto che più che l’anima gemella è ottimale cercare un’anima complementare, qualcuno con cui poter instaurare un rapporto di crescita, amore, rispetto e visione comune.

Per poter incontrare l’anima complementare è necessario possedere un buon livello ascolto interiore, empatia, saper ascoltare sé stessi e gli altri nel loro mondo interiore.

 

Quasi mai questa si rivela una pratica facile, in quanto le convenzioni sociali ci hanno abituato a basare la ricerca delle nostre relazioni di coppia solitamente su pochi stereotipi come: simpatia, facilità di conversazione, affinità, buona posizione sociale e attrazione sessuale.

Queste qualità, in genere, bastano al corpo fisico, a quello emotivo e mentale, per decidere se la persona che abbiamo davanti può essere un buon candidato a diventare nostro partner.

Ma le ovvie limitazioni delle sensazioni fisiche, emotive e mentali non posseggono gli strumenti adatti a capire se questa relazione può durare nel tempo.

 

Certo, ti aiutano a capire se con questa persona puoi instaurare un rapporto, addirittura sposarla e infine procreare ma non sapranno MAI se c’è veramente un’affinità animica complementare in grado di portare il rapporto ad un livello superiore.
Livello superiore che può comprendere in ordine di qualità:

  • fedeltà reciproca,
  • volontà di portare avanti il rapporto,
  • creare un obiettivo comune che possa dare un senso all’unione,
  • portare l’obiettivo al bene comune della comunità e degli altri,
  • stare bene con sé stessi e con gli altri e lavorare al benessere degli altri, anche senza la vicinanza del partner.

In altre parole vivere bene la propria vita ed essere sereni anche senza la costante vicinanza del partner a supportarci.

I Tarocchi sono un valido strumento per cercare il partner complementare al proprio percorso spirituale, cioè qualcuno in grado di accompagnarci in tutto e per tutto nella nostra vita, non solo per gli aspetti pratici, ma anche, e soprattutto per la crescita celeste.

Grazie proprio al loro essere uno strumento scientifico di connessione con l’Anima, i Tarocchi sono la voce più affidabile, perché permettono al nostro sentire interiore, alla nostra Essenza, di esprimersi rivelando le sue luminose verità.

consulto relazioni

Come riconoscere l’anima gemella

Come riconoscere l’anima gemella o meglio l’anima complementare, migliore per noi?

Abbiano accennato nel paragrafo precedente che cercare, incontrare e riconoscere un’anima complementare a noi è molto faticoso e produce spesso risultati incerti, per via della difficoltà di comunicazione generalizzata tipica del nostro tempo.

Il metodo migliore e più affidabile sono i Tarocchi, che grazie alla loro capacità di connessione con l’Anima, sono in grado di bypassare i dubbi e le incertezze della mente e fornire il responso più affidabile e solido nel tempo.

 

Ma come si identifica una coppia complementare all’interno di una Lettura di Tarocchi?

Esistono nei 22 Arcani Maggiori alcune coppie complementari che simboleggiano un’unione perfetta per intenti, empatia e sintonia.

Si dividono per tipologia di coppia e anime affini:

 

1)      Coppia estrosità, dedita alla creazione artistica, originale, orientata all’aiuto alle persone, ben affiatata, particolare.

2)      Coppia energica, basata sulla volontà, sulla voglia di fare, di costruire, di creare.

3)      Coppia basata sulla famiglia, sui figli, sul costruire qualcosa insieme nella materia, che sia un nucleo famigliare o un’impresa, un’azienda, un’attività.

4)      Coppia spirituale, il cui scopo principale è un cammino comune di crescita spirituale, di dedizione agli altri, di aiuto alle persone.

5)      Coppia intellettuale, basata sulla conoscenza, sul potere, sulla responsabilità per sé e per gli altri.

 

Alcune volte si tende a cercare l’anima affine tramite l’astrologia e i segni zodiacali.

Non è detto che sia sbagliato, ma il più delle volte si tratta di una pratica limitante, nel senso che spesso l’astrologia si limita ad evidenziare i limiti piuttosto che le potenzialità delle persone, mentre i Tarocchi vedono oltre e sono in grado di esplorare nell’Essenza, nell’Anima, la compatibilità di due anime affini e complementari anche nel futuro.

 

Andiamo a vedere adesso nello specifico le nostre coppie complementari dei Tarocchi.

Le anime gemelle nei Tarocchi

La coppia estrosa, artistica e originale

Il Matto e la Stella, rispettivamente Arcani Maggiori n. 0 e 17, rappresentano la coppia artistica, originale, estroversa, viaggiatrice, dedita al Servizio e all’aiuto, molto affiata e particolare.

 

E’ un coppia complementare nel senso che si completa a vicenda; il Matto è un po’ bambino, mentre la Stella è materna, il Matto vorrebbe sempre viaggiare ed esplorare, la Stella lo aiuta a mettere radici.

“Si nutrono entrambi d’arte, colori, notte e spensieratezza.”

Non pensano troppo al futuro, vivono il presente come un continuo gioco fantastico.
Sono molto affiatati e vivono la sessualità con libertà e assenza di pudore, perché sanno che è un’espressione naturale dell’essere umano.
Amano realizzare i propri sogni e vivono per quello, e sono sempre in cerca di nuove vie da esplorare e di cui rimanere insieme affascinati.
Adorano gli animali e per loro i figli sono una benedizione divina, un regalo dell’Universo.

Un esempio famoso di coppia complementare “Matto/Stella” nella vita reale è rappresentato dalla coppia di artisti Johnny Deep e Vanessa Paradis;

Lui archetipo dell’artista senza limiti, camaleontico, lei, musa ispiratrice che ha saputo offrigli stabilità, una famiglia, punti di riferimento. Votati entrambi all’insegna di una vita artistica, alla beneficienza e all’aiuto degli altri, alla ricerca della bellezza nell’arte e alla manifestazione di un amore sincero senza pudori.

La coppia energica e volenterosa

La Forza, Arcano Maggiore n.11 e il Bateleur, Arcano Maggiore n.1 rappresentano la coppia complementare energica e volenterosa per eccellenza.

Pieni di voglia di fare, di progetti da realizzare, da costruire, idee creative e cantieri sempre aperti.

Anche qui la Forza è un po’ più materna e il Bateleur più bambino; lei spesso gestisce la situazione e lui è il suo braccio destro che realizza i progetti.
Lui impara da lei il controllo, la gestione, il potere, lei da lui, la volontà, la praticità, la manualità.
Spesso non hanno tempo per i figli, presi dai loro mille progetti, ma amano circondarsi di animali.

Nei Tarocchi non si fa mai riferimento all’eterossessualità o all’omosessualità, ecco quindi che la coppia energica per eccellenza può essere rappresentata da Ellen DeGeneres e Portia de Rossi, artiste potenti, ricche ed energiche che grazie al loro lavoro hanno portato grandissimi benefici al movimento lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transgender).

La coppia materiale

La coppia complementare più adatta a creare nella materia è sicuramente formata dall’Arcano Maggiore n.3 l’Imperatrice e l’Arcano Maggiore n. 4 l’Imperatore.

Tendono ad isolarsi dal resto del mondo e a fare molto affidamento l’uno sull’altro.

E’ una coppia fatta per la materia, quindi per realizzare tutto quanto è possibile sulla materia: formare una famiglia, avere figli, fino a creare un’azienda, un impero economico.
In questa coppia solitamente la mente creatrice è rappresentata dall’Imperatrice, mentre l’Imperatore mette in atto le idee concretizzandole.
E’ una coppia molto adatta ad una vasta vita sociale, quindi con molti parenti, amici e conoscenti, fare figli, essere parte attiva della comunità, e perché no fornire lavoro anche agli altri, aiutandoli.
Per loro la sessualità è molto importante ed è alla base della stabilità del rapporto.

Un esempio nella vita reale di questa coppia complementare è sicuramente rappresentato dalla ideatrice del web social Flickr Caterina Fake e dal marito Stewart Butterfield.

L’idea di Caterina fu di creare nel 2004 un social contenente video e immagini; il successo fu immediato. In seguito Caterina lasciò la carica di CEO dell’azienda al marito Stewart che negli anni ha aumentato notevolmente l’utile dell’azienda arrivando a 87 milioni di iscritti.

La coppia spirituale

A differenza della coppia materiale, il cui scopo è raggiungere la massima espansione possibile nella materia, la coppia spirituale complementare per eccellenza, formata dall’Arcano Maggiore n.2 la Papessa, e l’Arcano Maggiore n.5, il Papa, cerca la propria massima espressione nel cammino spirituale, nel crescere insieme spiritualmente.

Il focus di questa coppia è quasi esclusivamente orientato alla crescita spirituale, con un’ampia attenzione agli altri, e al loro benessere materiale e spirituale.

Solitamente in questo tipo di coppia, il Papa è il maestro mentre la Papessa la discepola. Il Papa trasmette, la discepola impara.
Possono avere figli come non averne, la sessualità è da loro vissuta come sacra e non indispensabile ai fine della solidità del loro rapporto.
In loro vi è una solidità animica ed empatica che non necessita della passione e della conferma della sessualità per essere stabile.

L’esempio più fulgido di una coppia di questo tipo è rappresentato dal Maestro per eccellenza e dalla discepola per eccellenza: Gesù e Maria Maddalena.

Recentemente è uscito un film al cinema che parla del loro rapporto; nel film traspare il loro rapporto delicato, animico, infinitamente amorevole, totalmente devoto al Servizio degli altri.

Ovviamente questa coppia non è così comune nella realtà, ma può capitare in una Lettura di Tarocchi che due partner escano come Papa e Papessa. E’ un invito a rendersi conto del notevole aiuto che posso portare agli altri e di come la loro relazione sia legata da una promessa fatta probabilmente in tempi antichissimi che si rinnova oggi nelle loro vite attuali.

La coppia intellettuale

Infine, la coppia intellettuale complementare per eccellenza, quella formata dall’Arcano Maggiore n.11 Giustizia, e l’Arcano Maggiore n.9 l’Eremita.

L’obiettivo principale è l’espressione più ampia del loro talento, mirato alla conoscenza e al potere.

Entrambi sono propensi alla conoscenza, al potere, a prendersi le proprie responsabilità e a scegliere per gli altri, quindi a ricoprire un ruolo direttivo.
Sono solitamente, ma non necessariamente, una coppia matura, senza figli.
Il loro focus è la carriera, il lavoro; il lato economico è importante, ma non fondamentale.
L’aspetto materiale del potere è più prominente in lei, la Giustizia, mentre l’Eremita è andato oltre e usa la sua posizione come strumento per la maggior conoscenza di sé, e per l’aiuto agli altri.
Sono giudici, avvocati, medici, dirigenti, amministratori delegati, persone di alta cultura e conoscenza.

L’ex coppia presidenziale degli Stati Uniti Hilary e Bill Clinton rappresenta ottimamente nella realtà la perfetta coppia complementare intellettuale.
Lei donna realizzata e in piena espressione del proprio potere/talento politico, lui l’uomo che in passato ha raggiunto il culmine del potere come Presidente ed ora supporta la moglie come consulente nella sua carriera politica e si occupa di beneficienza a campagne di sensibilizzazione.

Quale sarà la tua anima gemella? Scoprilo con il mio consulto.

Condividi!

Leave A Response

* Denotes Required Field